Articoli di April 2011.


Marco Patuzzi

 

 

Venerdì 29 aprile, ore 20.15

 

Salve a tutti , io sono Marco Patuzzi, scrivere poesie per me vuol dire interiorizzare e rielabolare attraverso parole e immagini semplici semplici la realtà che vedo e che vivo ogni giorno..quello che stasera proporrò in scena sarà un flusso di coscienza poichè tratterò più temi, senza un collante preciso fra di loro….in questo viaggio musicale / letterario sarà accompagnato da federico berti che creerà sulle mie parole dei piccoli ricami alla chitarra…..buon ascolto a tutti….

Le Chien et le Loup “Victor”

 

 

Giovedì 28 Aprile, ore 19.00

 

Mi chiamo Victor, sono uno spirito di Luce.Racconterò in questo libro di una delle vite che ho trascorso tra Francia e Italia da gitano…solo ora capisco che non c’è limite di fronte all’eternità. Ho scoperto che è attraverso le scelte che prendiamo che incontriamo il sentimento, quello vero, quello che ci fa oltrepassare il tempo. Davvero, dobbiamo sapere apprendere tramite le esperienze del passato e approfittare pienamente delle nuove opportunità che l’universo ci offre! Questo racconto è un inno alla semplicità, quella che dobbiamo cercare dentro di noi per intendere i sentimenti, la rabbia, la paura, i sensi di colpa e le delusioni. Si dice che l’amore si presenti una sola volta nella vita, ma non è così. E’ un sentimento grande, che sceglie varie sfaccettature e forme per presentarsi, ma che riusciamo a cogliere solo facendo attenzione ai piccoli segnali che la vita quotidianamente ci dà.

(Alexsandra e Franco)

 

Modigliani

 

Venerdì 29 aprile, ore 21.00

 

Modigliani è un’esperienza nata dalla volontà di tre amici di proporre canzoni proprie in chiave acustica.

Cresciuti ascoltando i Beatles, e tutto ciò che caratterizzò gli anni sessanta, vogliono ricreare nelle loro canzoni il suono e la melodia di quegli anni!

 

Spigolature Basssanesi

Ruggero Remonato

 

 

Giovedì 28 Aprile, ore 21.00

 

Spigolature Bassanesi – A spasso per la città di ieri e di oggi

Incontro con Ruggero Remonato

Partecipa  l’editore Andrea Minchio

 

” Ruggero Remonato, con piglio e puntiglio, si è dedicato a raccogliere per raccontare, a osservare, a radiografare, ad alimentare fatalmente la sua attrazione, il suo innamoramento per Bassano, a divulgare le magie del luogo, le ombre e le luci del suo tessuto vitale, a scoprire suscettibilità e sentimenti, vizi e virtù.

E’ stato il suo, è, un lungo viaggio entro un perimetro ristretto nello spazio, tra le millenarie mura, quasi a leggere nei riflessi delle albe e dei tramonti , che questa città ispira, passioni e amori, delusioni ed entusiasmi, scuotendo il fulgore e la polvere che sono comuni ad ogni entità umana.

Un lungo viaggio nella nostra identità che oggi si riassume in centinaia di pagine, in parole e immagini, in un mondo di buio e di luci che, se non fosse stato coraggiosamente fissato in queste cronache, forse avremmo scordato per sempre.”

 


 

Silenti Emozioni

 

 

 

Martedì 26 aprile, ore 21.00

 

Silenti Emozioni di Maria Teresa Biasia

Conduce la serata lo scrittore Adriano De Angeli

 

“L’incontro con la poesia e la pittura arriva quando conosce il Gruppo Culturale Cittadellese e ne farà parte per diversi anni.

Lì ha modo di conoscere Luciana Peretti la pittrice e poetessa vicentina che la invita al suo cenacolo ” La scaletta “, il poeta Aldo Sgarbossa che la introduce nel Gruppo Bassanese Amissi dè à Poesia Aque Slosse, e il pittore Panozzo Girolamo la invita a frequentare “La Soffitta” di Vicenza diretta dal Maestro Otello De Maria dove emerge anche la sua vena di pittrice.

Pubblica “Mondo Poetico” nel 1996; nel 2001 esce “Piano Piano” poesie ed acquarelli. Questa è dunque la sua terza raccolta “Silenti Emozioni” anno 2007.

Liriche sono state pubblicate su riviste culturali: Artecultura di Giuseppe Martucci – Milano La nuova Tribuna Letteraria e Realtà vicentina di Sandro Mazzarol – Vicenza. Sono altresì presenti in raccolte antologiche quali: Aiutiamoci con l’arte e la poesia – Il verso dell’autoritratto 1999 L’autodidatta 2000 – L’autodidatta 2002 ed., entrambi di Artecultura Omaggio all’arte e alla poesia – Farfalle Beat – Amissi dè à Poesia – Aque Slosse 2005 di Bassano.

Premiate: Donna – Il mondo che vorrei – Dedicato a Maria Carola Fermati – Esausti pensieri – Fratello – Impervie Strade, le tre ultime al Concorso Nazionale “Poetando insieme” di Recoaro Terme fondato dalla poetessa Carla Cavallaro.

Dopo aver frequentato una scuola di dizione e recitazione con la guida del Maestro Eros Zecchini a Bassano presso il Cenacolo “Scrimin” dona la sua voce al Centro del Libro parlato di Feltre per i non vedenti.

E’ nata a S. Pietro in Gù (Pd) ed è residente a Bassano del Grappa (Vi).

(dal blog di Maria Teresa Biasia)

Valerio Evangelisti

 

 

 

Sabato 30 aprile, ore 21.00

 

VALERIO EVANGELISTI e CARMILLA

NICOLAS EYMERICH CONTRO IL ROGO DEI LIBRI
Libertà d’espressione e nuove inquisizioni

Interverrà lo scrittore Alessandro Bresolin

 

“Prendendo a pretesto la sottoscrizione di un appello nel quale si chiedeva al governo francese di non revocare il diritto d’asilo a Cesare Battisti, la classe dirigente veneta, legittimata dal “liberale” Luca Zaia, ha chiesto prima la rimozione dalle biblioteche pubbliche, e poi dalle scuole pubbliche, di TUTTI i libri degli autori firmatari dell’appello, da Massimo Carlotto a Tiziano Scarpa, passando per Nanni Balestrini, Daniel Pennac, Giuseppe Genna, Giorgio Agamben, Girolamo De Michele, Vauro, Lello Voce, Pino Cacucci, Christian Raimo, Sandrone Dazieri, Loredana Lipperini, Marco Philopat, Gianfranco Manfredi, Laura Grimaldi, Antonio Moresco, Carla Benedetti, Stefano Tassinari, Wu Ming, e molti altri. […] è da tempo in atto una censura di fatto nelle biblioteche venete, che riguarda autori come Marco Paolini o Roberto Saviano, colpevoli di aver raccontato verità scomode sul Veneto, sulla forza politica che lo governa, e sulle relazioni pericolose tra esponenti leghisti e ‘ndrangheta calabrese. […] La colpa che accomuna gli scrittori messi all’indice, al di là dei pretesti ideologici, è quella di raccontare la realtà in un momento in cui chi avrebbe il dovere di farlo trova economicamente e politicamente più comodo spargere la melassa del gossip, della disinformazione, della produzione televisiva di risse a mezzo risse.
Opponiamo la narrazione della realtà ai reality show: ecco il nostro crimine.”

– Brani tratti dal manifesto: “Scrittori contro il rogo dei libri”, in:www.carmillaonline.com

 

Valerio Evangelisti:
Vincitore del Premio Urania nel 1993 con il romanzo Nicolas Eymerich, inquisitore con il quale ha dato il via alla pluripremiata saga mondadoriana che ha per protagonista l’inquisitore catalano. Tradotto in 32 lingue, dalla metà degli anni novanta Evangelisti è stato scrittore di punta della nuova narrativa italiana di genere, con una tematiche che spaziano dalla fantascienza al romanzo storico. Inoltre, tra i fondatori della rivista Carmilla, è autore di numerosi articoli e saggi di carattere artistico, culturale e politico, molti dei quali raccolti nella trilogia Alla Periferia di Alphaville (2000), Sotto gli occhi di tutti (2004), Distruggere Alphaville (2006). Il suo ultimo romanzo, Rex Tremendae Maiestatis (2010), narra dell’ultima avventura dell’inquisitore Eymerich, che torna a indagare misteriosi fenomeni dell’Europa medievale.

 

Valerio Evangelisti

Spritz della scienza

 

Spritz della scienza, a cura del Dott. Cristiano Fontana

http://www.pd.infn.it/~fontana/spritz/

 

Alchimia Elettrica

 

 

Sabato 23 Aprile, ore 18.00

 

“Il viaggio, le note e le parole”

Un reading che descrive il percorso di chi legge, tra musica e parole. Il resoconto di un personale viaggio a tappe attraverso alcuni dei testi che maggiormente hanno acceso il nostro immaginario. La narrazione si intreccia con le canzoni degli Alchimia Elettrica, rivisitate per l’occasione in chiave acustica.

VINTAGE HIGH TECH

 

Mercoledì 20 aprile, 0re 18.30

 

 

VINTAGE HIGH TECH: LA NUOVA RICETTA DELLO SPRITZ È PAROLE SCRITTE, MUSICA ELETTRONICA E IDEE D’ARTE.

Tutti i mercoledì al Caffè dei Libri di Vicolo Gamba, dal 20 aprile. Musica mixata Dj Diego Ritz, come primo artista espone Bajo: the next big thing in town.

Un rito irrinunciabile per molti bassanesi (e non solo), l’aperitivo, trova nuovo spazio sul tappeto sono- ro di ottima musica elettronica d’ambiente, e tra pareti, non solo virtuali, di arte e parole. Sono gli ingredienti di Vintage Hi Tech, l’inedito appuntamento del mercoledì – si comincia il 20 aprile alle 18.30 – del Caffè dei Libri di Vicolo Gamba, ai Bassano del Grappa, che già si segnala come una tra le più fresche e cosmopolite idee in città, sapiente e intrigante mix tra cultura, intrattenimento e un pizzico di enogastronomia di qualità.

Il progetto, ultimo nato in un’agenda già feconda di appuntamenti musicali e/o dedicati al dibattito, muove dall’idea di insaporire un momento di svago puro, come l’aperitivo, con l’ascolto di musica elettronica d’autore, nel luogo stesso degli autori, contesto vintage quasi per definizione in tempi di tablet e smart-phone: la libreria. Parole e idee scritte su carta, da leggere su carta: se non si tratta ancora di una specie in via d’estinzione, sa già di modernariato.

Suoni del futuro, segni di un presente già quasi passato e la cornice senza tempo dell’espressione ar- tistica: completa la formula, infatti, presenza di artisti contemporanei e delle loro opere: pittori, fumet- tisti, video-creativi, inventori di animazioni.

I segmenti sonori, selezionati secondo un’estetica musicale techno-contemporanea, divertente ma mai invasiva, sono miscelati da un veterano come Diego Ritz, lungo un percorso acustico che può definirsi avant sound.

Spetta invece a un’altra figura storica della scena artistica bassanese aprire le danze in campo visivo, Fabio Baggio aka Bajo (vedi nota in calce).

Vintage Hi Tech – Mercoledì 18.30 – Caffè dei libri

 

 

Fabio Baggio, in arte Bajo, è nato a Bassano de Grappa nel 1965. Un vigoroso cromatismo e l’accen- tuato uso di un segno incisivo come margine e struttura portante sono le componenti fondamentali della sua opera. La sua continua ricerca parte da una parvenza figurativa e arriva a una frantumazione dinamica di linee spezzate e giochi di colore. Nel profondo del suo amore per l’ar- te, Bajo non nasconde un sentito en- tusiasmo per l’espressionismo tede- sco e la pop art. Le immagini che questo artista ci propone si aprono a nuovi sviluppi offrendosi contemporaneamente a molteplici possibilità di lettura: non resta che al suo fruitore scoprire in- solite varianti. A guardar bene non si direbbe, però è daltonico.

 

Criminal

 

 

 

 

Venerdì 22 aprile, ore 21.00

Incontro con Carlo Pizzati per la presentazione del suo libro “CRIMINAL”
Interverranno Alessandro Zaltron e Stafania Carlesso

 

 

Carlo Pizzati

Enrico Vaime

 

 

 

 

Sabato 16 Aprile, ore 17.30

 

Enrico Vaime (Perugia, 19 gennaio 1936) è un autore televisivo, scrittore, conduttore televisivo, autore radiofonico e teatrale.

Incontro organizzato in collaborazione con: Associazione Culturale le Colline

 

Chandra

 

 

 

 

 

Venerdì 15 Aprile, ore 21.00

 

Chandra è la principessa del regno di Sensenia. Coraggiosa e determinata, la giovane è più che mai decisa a intraprendere una temeraria missione: mettersi in viaggio per sconfiggere il malvagio Dakar, che intende distruggere l’intero reame. La strada da percorrere è lunga e, fra i mille pericoli che sarà costretta ad affrontare, la valorosa Chandra sa che avrà bisogno di qualcuno di cui darsi. Prenderà con sé Mogar, giovane mago di origini elfiche; ma l’avventura che li attende va al di là di ogni immaginazione… Opera d’esordio della giovanissima e promettente Gaia Zuccolotto, Chandra è un romanzo fantasy nel quale l’azione e i sentimenti si sposano felicemente, dando vita a un intreccio sorprendentemente originale e divertente.

Gaia Zuccolotto è nata nel 1997 e abita ad Altivole (TV). Chandra è la sua prima pubblicazione, ma sta già pensando alla stesura del suo secondo romanzo.

 

 

Spritz della scienza

 

 

 

 

Venerdì 15 Aprile, ore 19.00

 

Cinema e marketing virale, o l’arte di fare un pacco di soldi (senza meritarlo particolarmente).

Le parole d’ordine sono curiosità e coinvolgimento, i canali principali Internet e l’ambiente urbano. È attraverso queste vie che il marketing moderno si aggiorna e cambia faccia.

Lo sviluppo esponenziale del World Wide Web ha avuto conseguenze inaspettate per gli addetti ai lavori, influenzando le tradizionali dinamiche comunicative tra pubblico ed aziende. In questo scenario in fermento si sono sviluppate nuove tecniche di lancio del prodotto, fra cui la più celebre è senza dubbio il cosiddetto Marketing Virale.

Il principio alla base di questa forma di marketing è che un’idea, una moda o un comportamento sociale si possono diffondere come le epidemie. Gli stessi modelli matematici che ci spiegano la diffusione dell’influenza o dell’AIDS possono aiutarci a capire, ad esempio, come la gente si sia affollata per acquistare le magliette della Guru o per vedere l’ultimo film di Harry Potter, oppure come sia stato possibile che molti giovani improvvisamente si siano messi a lanciare sassi dai cavalcavia.

E proprio nell’industria cinematografica che questo campo di studi in costante sviluppo sta trovando le maggiori soddisfazioni, con una nascita continua di nuove iniziative e con sempre più prodotti che, indipendentemente dalla loro qualità, sono stati portati al successo con pochi soldi ed un pugno di buone idee.

Massimo Toniato ha conseguito la Laurea in Economia e Direzione Aziendale presso l’Università degli Studi di Padova. Nel 2009 ha soggiornato negli Stati Uniti per un periodo di studio presso l’Università del Michigan. In particolare si è occupato nel corso degli anni dello studio dei nuovi strumenti di comunicazione e dell’influenza di di Internet sulle tradizionali forme di marketing. Internet sulle tradizionali forme di marketing.

 

 

Perchè tanta assenza di te non è più possibile

 

 

 

 

Giovedì 14 Aprile, ore 21.00

 

Questo libro di novantanove doppie pagine è un dialogo tra la parola e l’immagine.
E’ un’esplorazione di sè e del mondo , attraverso una narrazione e non una spiegazione.
Per questo ti permette di entrare libero, senza condurti e senza costringerti ma lasciandoti andare all’esperienza che ti sta venendo incontro.
E’ un racconto fatto di immagini che evocano altri paesaggi, emozioni, suggestioni che si aprono, come le bambole matriosche e non chiudono in una risposta rigida, fissa, immobile.
L’immagine dialoga con il testo e insieme risuonano dentro il vissuto di chi guarda e legge in un gioco di immedesimazioni, risonanze, rivisitazioni, simboli.
E ‘ un libro che propone parole che ognuno di noi cerca e certe volte non trova per esprimere sentimenti, tensioni, desideri, motivazioni, per arrivare ad un incontro con la bellezza e l’armonia che offrono pace e speranza di vita.
E’ un libro vivo, che non si dimentica su scaffali polverosi e abbandonati ma ci segue.
Il chiaro e lo scuro illuminano quel luminoso intervallo che unisce le parti: la creatività del cuore, alimentando un amore per tutto ciò che ci attraversa e che abbisogna di riconciliazione e non di strappi.
Per entrare si possono chiamare quelle forze che nutrono la curiosità e la immaginazione, senza le quali l’uomo si spegne, adagiandosi e rischiando di diventare una funzione e non più un viaggiatore consapevole del mondo che ci ospita.

 

Verdi e il Risorgimento attraverso il Nabucco

 

 

Mercoledì 13 Aprile, ore 20.30

 

A condurre l’incontro a carattere storico e musicale sarà il prof. Guido Snichelotto, grande conoscitore della musica classica ed operistica.

L’incontro è organizzato dal circolo bassanese di Libertà e Giustizia

Un pomeriggio al Caffè dei Libri

In attesa di giustizia. Dialogo sulle riforme possibili

 

 

Martedì 12 aprile, ore 20.30

 

In attesa di giustizia. Dialogo sulle riforme possibili

Incontro dibattito con  il magistrato Carlo Nordio

 

 


Spritz della scienza

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 8 aprile, ore 19.30

 

Il problema dell’impacchettamento ottimale: da Keplero alle eliche nelleproteine.

Relatore Dott. Antonio Trovato

Partendo da una domanda formulata 400 anni fa da uno scienziato curioso,illustrerà come il cercare di risolvere problemi in apparenza stravagantipossa risultare in connessioni inaspettate fra diversi campi del sapere.La disposizione di sfere impenetrabili che ne ottimizza l’impacchettamento siritrova in natura nelle strutture cristalline di molti solidi.

Motivi strutturali sempre presenti nelle conformazioni tridimensionali delleproteine si ottengono risolvendo lo stesso problema nel caso di un tuboimpenetrabile.

Antonio Trovato e’ un ricercatore del Dipartimento di Fisica dell’universita’di Padova. Si e’ laureato in Fisica presso l’Universita’ degli Studi di Padova.Ha conseguito il Dottorato in “Fisica degli Stati Condensati” presso la SISSA(Scuola Internazionale Superiore Studi Avanzati) di Trieste.Ha lavorato per 2 anni come post-doc presso i Niels Bohr Institute diCopenhagen. La sua attivita’ di ricerca consiste nello studio delle proprieta’ fisiche disistemi biologici, quali DNA e proteine, per mezzo di modelli teorici esimulazioni numeriche.

EVVIVA LA GIOIA – Incontro con Daniela Zanatta

 

 

 

 

 

Venerdì 8 aprile 2011, ore 21.00

 

Sono nata nel 1962 a Treviso, città dove tuttora vivo con la mia famiglia.
Mi sono diplomata all’Istituto Tecnico per Ragionieri e poi laureata in Economia. Da 15 anni esercito la professione di commercialista.
Ho sempre coltivato l’amore e la passione per la lettura (sono una onnivora consumatrice di libri!!!) e per ascoltare la musica rock. Ahimè, non sono invece per niente sportiva!
Negli ultimi anni, pur nel limitatissimo tempo libero che riuscivo a ritagliare tra gli impegni di lavoro e di famiglia, ho approfondito letture di filosofia e psicologia; perciò, ho sempre coltivato la mia vena “spirituale”.
Ma è stato solo qualche anno fa, “nel corso del cammin della mia vita” (parafrasando il celebre Poeta) che sono stata folgorata da una novità: ho abbandonato la mia “fede tiepida” per abbracciare una nuova dimensione di “fede attiva e dinamica”.
Questo nuovo atteggiamento – da mettere in atto SOPRATTUTTO nei momenti impegnativi! – mi ha regalato Gioia, Ottimismo, Entusiasmo!!!
Proprio per questo, ho pensato di tradurre le mie emozioni in questo piccolo libro, che spero saprà regalare positività costruttiva a chi lo leggerà.

Daniela Zanatta

LECTURA MERLINI (secondo incontro)

 

 

 

 

Venerdì 8 aprile 2011, ore 18.00

 

LECTURA MERLINI: Corso di avviamento alla lettura di Teofilo Folengo (Merlin Cocai) (Incontri a basso contenuto calorico).

Il macaronico folenghiano e la creazione poetica di Andrea Zanzotto (con Alessandra Pellizzari, Massimo Caneva, Otello Fabris).

Fernando Bandini, nei Meridiani di Mondadori, ha sottolineato numerosi debiti letterari del maggiore poeta vivente nei confronti del Folengo. La serata si propone di introdurre i partecipanti nel mondo della poesia contemporanea, avendo come base di discussione il modernissimo concetto di poesia espresso dal Folengo mezzo millennio fa e di verificare quanto del Folengo possa essere effettivamente rintracciabile nell’ispirazione e nella tecnica di Zanzotto, sia nei motivi d’ispirazione, sia nella costruzione del linguaggio.


L’aperitivo del Mercoledì – con DIEGO RITZ

 

 

 

Mercoledì 6 aprile, ore 18.30

Giardino Freudiano (terzo incontro)

 

 

 

Giovedì 7 aprile 2011,  ore 20.30

 

L’altro che è in noi, ospite sconosciuto dei nostri sogni.
Conversazioni e caffè con Renata Barbieri e Silvia Pilati

Con il patrocinio del Comune di Bassano del Grappa