Articoli di June 2011.


NEROsuBIANCO – Acoustic duo

 

Sabato 2 luglio, 0re 18.30

 

Ingresso libero


Spritz della Scienza

 

 

Venerdì 1 luglio, ore 19.00

 

Andare a caso, introduzione al moto browniano.
Relatore: Dott. Guglielmo Saggiorato

 

Nel 1827 il botanico R. Brown scoprì che le particelle di polline sospese in acqua non stanno ferme ma si agitano continuamente.
Nel 1905 A. Einstein formulò una teoria in grado di spiegare l’origine delle osservazioni di Brown.
I concetti fisici e matematici sviluppati hanno permesso di formulare molti modelli fisici e sono oggi alla base dello studio del clima, della finanza, del comportamento animale…
Le applicazioni spaziano dalla biofisica all’economia.
In questa lezione verranno spiegati i fondamenti del moto browniano, sottolineando come si possano formulare delle buone predizioni anche per un fenomeno governato dal caso.

 

Il Dott. Guglielmo Saggiorato ha conseguito la laurea in Fisica presso l’Università di Padova con il massimo dei voti, con un curriculm teorico/modellistico. Durante gli studi si è concentrato su argomenti di meccanica statistica e processi stocastici apprezzandone principalmente il carattere universale e la conseguente Multidisciplinarietà. Ora vorrebbe concentrarsi sul comportamento collettivo degli animali.

VivaLive – Musica dal vivo al Caffè del Libri

 

 

Prossimamente al Caffè dei Libri

 

 

Premessa

La difficoltà dei locali di proporre musica dal vivo è nota.

Non è un problema di spazi ma di costi e i costi provocano un inevitabile calo delle proposte musicali.

 

Proposta

Il Caffè dei Libri lancia un progetto denominato “VivaLive”.

La proposta è trasparente e tiene conto degli attori in campo, SIAE, MusicistiSpettatori.

 

Come funziona

Il Caffè dei Libri mette e disposizione spazi e organizzazione, promuove gli eventi su internet  e/o sulla carta stampata

e provvede al pagamento dei diritti SIAE.

Il Pubblico contribuisce con una piccola quota di maggiorazione sulla prima consumazione. Le quote raccolte vanno completamente a sostegno dei Musicisti.


 

 

*SIAE: Società Italiana degli Autori ed Editori

Per informazioni: vivalive@vicologamba.it

 

 

VINTAGE HIGH TECH

 

 

 

Da mercoledì 29 giugno 2011, ore 18:30

 

VINTAGE HIGH TECH: LA NUOVA RICETTA DELLO SPRITZ È PAROLE SCRITTE, MUSICA ELETTRONICA E IDEE D’ARTE.

Da mercoledì 29 giugno 2011 ore 18:30 espone: Franco Zuglian

Studia grafica pubblicitaria militando in diverse Rock Bands; e’ quindi la musica sempre un riferimento basilare per il suo immaginario e percorso pittorico. Dopo una permanenza nella città di Madrid, ritorna al figurativo dei primi anni ispirato alla Pop Art, spingendosi oltre i confini di essa toccando il graphic design, l’illu- strazione, il fumetto, il manifesto propagandistico e il cinema, prediligendo cosi’ la sottocultura popolare dei media. Nella sua pittura i soggetti assumono spesso il valore di icone simboliche e passeggere come il ricordo di uno zapping compulsi- vo, fugace, emotivo, dove spesso funzioni e prerogative reali giungono a noi filtrate attraverso gli attuali sistemi di comunicazione.

Accompagnerà in sottofondo il dj set di Diego Ritz

 


 

Al Caffè dei Libri le INSALATE ESTIVE

 

 

Tutti i giorni e a tutte le ore le INSALATE ESTIVE

Massimo Fini – Il Mullah Omar

 

 

 

 

Martedì 28 giugno, ore 21.00

 

Incontro con Massimo Fini e il suo ultimo libro “Il Mullah Omar”

Conduce la serata il giornalista Lorenzo Parolin

 

La biografia del misterioso e inafferrabile leader dei Talebani che da dieci anni tiene in scacco il più potente e tecnologico esercito del mondo. Una storia che inizia con un ragazzo diciottenne che si batte contro gli invasori sovietici e in battaglia viene ferito irrimediabilmente a un occhio, se lo strappa, si benda da sé e torna a combattere. Che prosegue con quattro ragazzi, Omar, Ghaus, Hassan e Rabbani, che sulla piazza del loro povero villaggio, Singesar, decidono di fare qualcosa contro le prepotenze, gli abusi, le violenze, gli stupri, gli assassinii dei “signori della guerra” che, impegnati in una feroce lotta per il potere, agiscono nel più pieno arbitrio. Nasce così il movimento talebano che nel giro di soli due anni (1994-96), grazie all’appoggio della popolazione, sconfiggerà i “signori della guerra” riportando l’ordine e la legge, sia pur una dura legge, la sharia, nel Paese di cui Omar diventerà la guida. Ne vien fuori il ritratto di un uomo singolare, riservato, di poche parole ma attento a quelle degli altri, timido, quasi umile, e anche per questo adorato dai suoi, ma per nulla cupo, ironico e sarcastico, che arrivato al potere continuerà a condurre la vita spartana di sempre e non lo userà per arricchirsi o ritagliarsi privilegi ma per inseguire un suo sogno. Quello di un Afghanistan finalmente unificato e pacificato, lontanissimo dagli stili di vita dell’Occidente. Fini legge inoltre la guerra in corso in Afghanistan come la lotta dell’uomo contro la macchina, dell’uomo contro il potere del denaro che crede di poter tutto comprare, e corrompere, anche valori molto diversi dai suoi, ma forse altrettanto degni di essere vissuti, e per difendere i quali c’è chi, come il Mullah Omar e i suoi giovani Talebani, è disposto a battersi e a morire.

 

Massimo Fini, di padre toscano e madre russa, è nato sul lago di Como il 19/11/1943. Dopo la laurea a pieni voti in giurisprudenza, ha lavorato come impiegato alla Pirelli, copywriter, pubblicitario, bookmaker, giocatore di poker. Arriva al giornalismo nel 1970 all’ “Avanti”, dove segue come cronista i più importanti fatti di criminalità politica di quegli anni (omicidio Calabresi, morte dell’ editore Feltrinelli, processo per la strage di Piazza Fontana). Alla fine del 1972 passa, come inviato, all’ “Europeo” di Tommaso Giglio e Oriana Fallaci. Nel giugno del 1979 lascia l’ “Europeo” perchè occupato dai socialisti di Claudio Martelli e la Rizzoli in mano a Bruno Tassan Din e vive per qualche tempo di collaborazioni. Nei primi anni ’80 è animatore, insieme al fondatore Aldo Canale, del mensile di politica e cultura “Pagina” in cui si sono formati alcuni dei più notevoli intellettuali e giornalisti d’ oggi, da Ernesto Galli della Loggia a Paolo Mieli, da Giuliano Ferrara a Pier Luigi Battista a Giampiero Mughini. Nel 1982 entra al “Giorno” di Guglielmo Zucconi e Pier Luigi Magnaschi, come inviato ed editorialista, cominciando una solitaria battaglia contro la partitocrazia. In una lettera aperta a Claudio Martelli, allora vicesegretario socialista, gli predice il crollo del sistema e la fine del PSI. Ma bisognerà aspettare ancora 10 anni. Come inviato viaggia in Europa, (Germania ovest ed est, Gran Bretagna, Spagna, Polonia, Francia, Ungheria, Bulgaria, Turchia), negli Stati Uniti, in Unione Sovietica, in Egitto, in Israele, in Libano, in Giordania, nell’ Iran di Khomeini, in Sudafrica. Nel 1985 rientra all’ “Europeo” come inviato ed editorialista e vi tiene per 10 anni la principale rubrica del giornale, “Il Conformista”. Nel 1992 lascia “Il Giorno” per L’ “Indipendente” di Vittorio Feltri e contribuisce, come prima firma del giornale, alla trionfale cavalcata dal quotidiano che passa, nel giro di un anno e mezzo, dalle 19 mila alle 120 mila copie, fatto unico nella storia del giornalismo italiano del dopo guerra. Quando Feltri lascia l’ “Indipendente” si rifiuta di seguirlo al “Giornale” di Silvio Berlusconi.

Attualmente lavora per Il “Fatto Quotidiano”,Il “Gazzettino” e dirige il mensile “La Voce del Ribelle” con la collaborazione di Valerio Lo Monaco.Ha partecipato, insieme a Daniele Vimercati, alla rifondazione del “Borghese”, storico settimanale fondato da Leo Longanesi. Nel suo deambulare alla ricerca di spazi liberi ha collaborato con quasi 100 testate. E’ divorziato ed ha un figlio, Matteo.

Ha pubblicato: ‘La Ragione aveva Torto?‘ (Camunia 1985, ripubblicato da Marsilio in edizione tascabile nel 2004); ‘Elogio della guerra‘ (Mondadori 1989 e Marsilio 1999); ‘Il Conformista‘ (Mondadori 1990); ‘Nerone, 2000 anni di calunnie‘ (Mondadori 1993); ‘Catilina, ritratto di un uomo in rivolta‘ (Mondadori 1996); ‘Il denaro, “sterco del demonio“‘ (Marsilio 1998); “Dizionario erotico, manuale contro la donna a favore della femmina“, (Marsilio 2000); “Nietzsche, L’ apolide dell’ esistenza” (Marsilio 2002), “Il vizio oscuro dell’ Occidente” (Marsilio 2003) ; “Sudditi” (Marsilio 2004); “Il Ribelle dalla A alla Z” (Marsilio 2006); “Ragazzo. Storia di una vecchiaia” (Marsilio 2007); “ Il dio Thot ” (Marsilio 2009); “ Senz’anima ” (Chiarelettere 2010).
E’ stato anche attore e autore dell’ opera teatrale “Cyrano, se vi pare”per la regia di regista Eduardo Fiorillo.

 

Evento organizzato in collaborazione con Associazione Culturale Le Colline

La Filosofia del quotidiano – Amore e conoscenza

 

 

Giovedì  23 giugno, ore 21.00

 

 

LA FILOSOFIA DEL QUOTIDIANO

Amore e conoscenza

 

Una filosofia che parla il linguaggio dei non filosofi

Una filosofia che si fa pratica

Una filosofia che può diventare stile di vita

 

Facilitatrice: Dott.ssa Maria Cristina Tura

Gli incontri sono liberamente aperti a tutti coloro che sono interessati a capire cosa siano le pratiche filosofiche.

 

 

Organizzato da PHRONESIS

Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica

 

Spritz della Scienza

 

 

 

Venerdì  24 giugno, ore 19.00

 

 

La ricerca di nuova fisica con gli acceleratori di particelle

Da quasi settant’anni lo studio dell’infinitamente piccolo è stato affrontato con acceleratori di particelle sempre più potenti.
Ogni volta che si è aumentata l’energia delle collisioni prodotte, si è trovato qualcosa di nuovo e sconosciuto.
Sarà vero anche per il Large Hadron Collider al CERN di Ginevra?

Tommaso Dorigo è un ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Si è dottorato in fisica a Padova nel 1999, e ha lavorato presso la Harvard University.
È membro delle collaborazioni CMS al CERN di Ginevra e CDF a Fermilab (Chicago, USA), e ha pubblicato oltre 400 pubblicazioni su riviste scientifiche.
Da sette anni Dorigo fa anche comunicazione scientifica con un blog, Quantum Diaries Survivor.

 

Paolo Ruffilli “L’Isola e il Sogno

 

 

 

Venerdì  24 giugno, ore 21.00

 

 

Gianni Giolo presenta Paolo Ruffilli con il suo ultimo libro “L’Isola e il Sogno (Fazi Editore)

 

L’isola e il sogno

Nell’anniversario della morte e dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Paolo Ruffilli realizza un ritratto a tutto tondo di Ippolito Nievo, del quale rievoca passioni romantiche, vitalità e slanci patriottici, amicizie e amori, esperienze letterarie e avventure politiche, epopea garibaldina eroica e morte tragica.

 

Attraverso le vicende biografiche di Ippolito Nievo, scrittore e garibaldino, Ruffilli porta il lettore dentro la storia del Risorgimento e dell’unificazione d’Italia, dalla spedizione dei Mille in Sicilia alla proclamazione del Regno d’Italia. Scorrono in parallelo, dentro queste pagine intense ambientate in una Palermo sontuosa e lussureggiante, la vita privata di uno dei maggiori scrittori della nuova Italia e il difficile processo di ricomposizione politica della nostra penisola. Il movimentato apprendistato sentimentale di Nievo -che insegue l’amore in più di una figura femminile, dall’infatuazione per Matilde Ferrari, al tormentato legame con Bice Melzi d’Eril moglie di suo cugino, alla passione per Palmira, nell’isola appunto dove sogna di fermarsi finalmente per sempre-, si alterna agli scontri della spedizione nelle due Sicilie, agli incontri e alle strategie cavouriane, agli ambigui compromessi che preparano la proclamazione dell’unità italiana sotto la corona dei Savoia nel 1861, anno della drammatica fine del protagonista.

 

Paolo Ruffilli è nato nel 1949. Ha pubblicato alcune raccolte di versi, tra le quali Piccola colazione (1987), che ha ottenuto l’American Poetry Prize, Diario di Normandia (1990, Premio Montale), Camera oscura (1992), Nuvole (1995), La gioia e il lutto (2001, Prix Européen), Le stanze del cielo (2008). I racconti Preparativi per la partenza (2003, Premio delle Donne). È autore di una Vita di Ippolito Nievo (1991) e di Vita, amori e meraviglie del signor Carlo Goldoni (1993). È curatore di edizioni delle Operette morali di Leopardi, della traduzione foscoliana del Viaggio sentimentale di Sterne, delle Confessioni d’un italiano di Nievo, di un’antologia di Scrittori garibaldini. Ha tradotto Gibran, Tagore, i Metafisici inglesi e la Regola celeste del Tao. Con Fazi Editore ha pubblicato la raccolta di racconti Un’altra vita (2010).

 

Gianni (Giovanni) Giolo nasce a Vicenza e si laurea in Lettere Classiche all’Università di Padova. Già insegnante di latino e greco presso il Liceo Classico “A. Pigafetta” e di latino e greco  biblico presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Vicenza, ha al suo attivo una carriera di saggista, traduttore e critico letterario. Ha pubblicato un estratto della sua tesi di laurea sulle cohortes urbanae e scritto saggi sulla tragedia greca di Euripide e sulla retorica nel mondo antico per l’Università di Padova.

 

 

 

 

 

 

Spritz della Scienza – La fisica degli tsunami

 

 

 

 

Venerdì 17 giugno, ore 19.00

 

li eventi in Giappone lo scorso 11 Marzo hanno nuovamente mostrato ai nostri occhi quale sia la terribile potenza di un maremoto e quali i suoi devastanti effetti. Con i suoi chilometri di coste e la notevole sismicità, anche il nostro paese deve essere consapevole dell’eventualità di tale fenomeno naturale (come peraltro, già accaduto in passato con il terremoto di Messina agli inizi del novecento). Un tempestivo richiamo alla popolazione, l’allarme tsunami, risulta ancora oggi l’unica modalità per poter salvare le vite di coloro che risiedono sulle coste.
La prevenzione e lo studio dei maremoti non possono non essere accompagnati che da una profonda comprensione delle leggi fisiche che governano questi fenomeni marini.
In questo seminario si descriveranno brevemente, anche attraverso un excursus storico, gli aspetti più importanti della dinamica dei maremoti, sottolineando soprattutto ciò che rende queste onde “anomale”.

 

Il Dott. Matteo Fael ha conseguito la laurea in Fisica, con indirzzo fisica teorica, presso l’Università di Padova con il massimo dei voti e la lode. La sua ricerca si muove nell’ambito della fenomenologia della particelle elementari e dei dei test di precisione del Modello Standard. Attualmente frequenta il dottorato di ricerca presso l’Università di Padova, in collaborazione con l’Università di Zurigo.


MONELLO NORD EST

MONELLO NORD EST

Idee Zeero – Conteenuti  Meeno di  AlePop al Caffè dei Libri a Bassano del Grappa

AlePop nel 1982 ha dato vita alla Sgorbio Art: idee zeero, conteenuti meeno, da allora ha prodotto fumetti, illustrazioni, quadri e disegni in varie dimensioni, progetti grafici per aziende, associazioni culturali, centri sociali, rassegne d’arte, riviste, gruppi musicali.

I suoi psichedelici sgorbi sono apparsi in: AlterAlter (Rizzoli), TuttoMusica , Frigidaire, Rumore, Il Cuore, Lupo Alberto Almanacco, Alias/Il Manifesto, Mtv, Odeon Tv, VideoMusic, QOOB TV, Il Venerdì di Repubblica, La Repubblica XL.

Ha esposto quadri ed illustrazioni presso: Pitti Uomo Firenze, Subway Metropolitana Milano, Napoli Comicon, Step Arte Contemporanea Milano, Lucca Comics, UpLoad Festival Bolzano, MEI Faenza, Museo MADRE Napoli,Museo Internazionale d’Arte Contemporanea di Casoria, Italia Wave.

Per il magazine La Repubblica XL disegna mensilmente fumetti ed illustrazioni.

Nel lavoro di AlePop l’ironia affiora in modo preponderante e mette in evidenza una personalità poco incline a rimanere chiusa in recinti.  Il fumetto non convenzionale è la base da cui nasce la sua ricerca espressiva e, attraverso contaminazioni con illustrazione e grafica, approda ad un’indefinibile modalità di letteratura disegnata. L’autore gioca e si diverte a rovesciare schemi, codici, diktat e regole.

La Sgorbio Art mescola tratto istintivo, colori accesi e testi grotteschi.

La mostra  Monello Nord Est presenta una piccola parte della sua copiosa produzione e comprende: disegni, illustrazioni digitali, quadri pop, slide in video e alcuni books con strani fumetti lasciati in libera visione sui tavoli del Caffè dei Libri.

L’inaugurazione si terrà mercoledì 15 giugno alle ore 18.30.

AlePOP disegnerà in tempo reale i suoi sgorbietti per i presenti.

Lo accompagnerà in sottofondo il dj set di Diego Ritz: organizzatore, assieme al Caffè dei Libri e ad AgitKom, dell’esposizione.

L’ingresso è libero.

La mostra rimarrà visibile sino al 29 giugno.

 

 

 

VINTAGE HIGH TECH: ALESGORBIO> IDEE ZEERO – CONTEENUTI MEEENO

 

 

 

Mercoledì 15 giugno 2011, dalle ore 18.30

 

VINTAGE HIGH TECH: LA NUOVA RICETTA DELLO SPRITZ

È PAROLE SCRITTE, MUSICA ELETTRONICA E IDEE D’ARTE.

 

DA MERCOLEDI’ 15 GIUGNO 2011 ESPONE ALESGORBIO> IDEE ZEERO – CONTEENUTI MEEENO

 

Lo Sgorbionismo è pura parodia dell’arte e soprattutto un’anarcoide presa in giro di molti tromboncini che bazzicano l’ambiente. Ci ho aggiunto “idee zeero, contenuti meeno” come sunto filosofico per identificare meglio il nulla totale che inseguo. Mi auto sintetizzo così: ostico, caustico, polemico e policromatico. Ho scelto come motto “idee zeero, contenuti meeno” per dissacrare qualsiasi monumento sacro ed intoccabile. Sono un drop out da sempre e non mi riconosco in nessun diktat imposto dai cosiddet- ti comandanti. Ritengo che non vi sia nulla di immutabile a parte la dipartita definitiva. In attesa dell’evento, che spero arrivi il più tardi possibile, riempio fogli e file con segni sghembi e colori. Perdo il tempo così e mi gingillo con gli scarabocchi.

 

 

 

 

Introduzione alle pratiche filosofiche

 

 

 

Giovedì 9 giugno, ore 21.00

 

Introduzione alle pratiche filosofiche: LA FILOSOFIA DEL QUOTIDIANO

 

Una filosofia che parla il linguaggio dei non filosofi

Una filosofia che si fa pratica

Una filosofia che può diventare stile di vita

 

Conducono l’incontro:

Dott.ssa Maria Cristina Tura

Consulente filosofico di Phronesis e Teacher esperto in P4C

Dott.ssa Agostina Borsato

Consulente filosofico di Phronesis e Teacher esperto di P4C

 

Gli incontri sono liberamente aperti a tutti coloro che sono interessati a capire cosa siano le pratiche filosofiche.

Organizzato da: PHRONESIS Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica.

 

Spritz della Scienza – Si può vincere alla roulette??

 

Venerdì 10 giugno 2011, ore 19.00

 

Si può vincere alla roulette??

Relatore: Dott. Enrico Gazzola
A nessuno piace la statistica; tuttavia, essa ci perseguita nella vita quotidiana: giochi, notizie, scelte…
Per questo motivo propongo una particolare lezione-gioco per comprendere i fondamenti della probabilità applicata nel caso semplice di eventi casuali (estrazione di una carta, giochi d’azzardo…). Particolare attenzione sarà dedicata alla fallace logica più diffusa.

Il Dott. Enrico Gazzola si è laureato in Fisica all’Università di Padova con un curriculum di Fisica della Materia. La tesi di laurea triennale è stata sviluppata nell’ambito dell’esperimento RFX, un esperimento per lo studio della fusione nucleare. Il tema della tesi di laurea specialistica tratta i nanosensori plasmonici ed i risultati sono in corso di pubblicazione. Dopo la laurea ha svolto un lavoro a progetto presso Veneto Nanotech. Ha quindi ottenuto una borsa di Dottorato di Ricerca in Fisica dell’Università di Padova per continuare la sua attività di ricerca presso il laboratorio LaNN (Laboratorio di ricerca sulla Nanofabbricazione e i Nanodispositivi), sempre facente capo a Veneto Nanotech.

 

DACCAPO – Incontro con Dario Franceschini

 

 

Venerdì 10 giugno, ore 21.00

 

La terza di copertina

Quando il notaio Ippolito Dalla Libera capisce che i suoi giorni stanno per finire, chiama il suo unico figlio al capezzale del grande letto in cui sta immobile da anni e gli rivela il segreto della sua vita.

Inizia così il viaggio che porterà Iacopo in un povero quartiere di Ferrara, nel mondo sconosciuto del padre, tra emozioni e scoperte che sconvolgeranno per sempre la sua esistenza tranquilla di professionista affermato e marito fedele.

Sarà la bellezza di Mila a ubriacarlo di vita e colori, dentro un’umanità perduta di ladri e puttane che gli farà provare il desiderio di cominciare tutto daccapo.

Un romanzo d’amore e disordine, dove la trama si confonde con l’ordito e il rovescio con il diritto, disseminato da un arcipelago di citazioni nascoste di quadri, film, canzoni e fotografie che il lettore, se vorrà, potrà cercare di riconoscere.

Franceschini torna alla scrittura con un romanzo visionario e poetico, in cui il realismo magico padano dei suoi primi due libri, irrompe d’improvviso nella vita grigia del protagonista.

“Ora aveva voglia di correre a casa a parlare con suo padre, voleva capire chi era dietro la faccia. Guardò lo sconosciuto, scivolato anche lui chissà dove, e poi gli altri viaggiatori dello scompartimento che in quel momento stavano tutti zitti e gli parve di poter vedere per la prima volta il ribollire incantato che ogni uomo ha dentro. Stupido, che per tanti anni aveva guardato solo l’involucro! Per forza che non ascoltava nessuno, che non provava interesse per tutte quelle che aveva sempre considerato chiacchiere inutili e che invece erano piccole feritoie, aperte apposta per lasciarsi scrutare dagli altri nel segreto custodito dal corpo”.

 

Dario Franceschini (Ferrara, 19 ottobre 1958) è un politico, avvocato e scrittore italiano. Già esponente di spicco prima del Partito Popolare e poi della Margherita, è stato segretario nazionale del Partito Democratico dal 21 febbraio al 25 ottobre 2009. Il 17 novembre dello stesso anno viene eletto Presidente del gruppo del PD alla Camera dei deputati.

Evento organizzato in collaborazione con: “Associ­azione Culturale Le Colline” e “Associazione Culturale Cuore di Carta”