Articoli di November 2012.


Ennio Sartori con Patrizia Laquidara

SPRITZ DELLA SCIENZA

 

Cinema e marketing virale, o l’arte di fare un pacco di soldi (senza meritarlo particolarmente).
Le parole d’ordine sono curiosità e coinvolgimento, i canali principali Internet e l’ambiente urbano. È attraverso queste vie che il marketing moderno si aggiorna e cambia faccia. Lo sviluppo esponenziale del World Wide Web ha avuto conseguenze inaspettate per gli addetti ai lavori, influenzando le tradizionali dinamiche comunicative tra pubblico ed aziende. In questo scenario in fermento si sono sviluppate nuove tecniche di lancio del prodotto, fra cui la più celebre è senza dubbio il cosiddetto Marketing Virale. Il principio alla base di questa forma di marketing è che un’idea, una moda o un comportamento sociale si possono diffondere come le epidemie. Gli stessi modelli matematici che ci spiegano la diffusione dell’influenza o dell’AIDS possono aiutarci a capire, ad esempio, come la gente si sia affollata per acquistare le magliette della Guru o per vedere l’ultimo film di Harry Potter, oppure come sia stato possibile che molti giovani improvvisamente si siano messi a lanciare sassi dai cavalcavia. E proprio nell’industria cinematografica che questo campo di studi in costante sviluppo sta trovando le maggiori soddisfazioni, con una nascita continua di nuove iniziative e con sempre più prodotti che, indipendentemente dalla loro qualità, sono stati portati al successo con pochi soldi ed un pugno di buone idee.
Massimo Toniato ha conseguito la Laurea in Economia e Direzione Aziendale presso l’Università degli Studi di Padova. Nel 2009 ha soggiornato negli Stati Uniti per un periodo di studio presso l’Università del Michigan. In particolare si è occupato nel corso degli anni dello studio dei nuovi strumenti di comunicazione e dell’influenza di Internet sulle tradizionali forme di marketing.

LA CONSULTAZIONE PSICODINAMICA

GIETZ!

carlo vedù